30 Maggio 2023

Cartelle cliniche: cosa sono e come si traducono

Categoria: News da Way2Global

Le cartelle cliniche sono una tipologia di documento cruciale per la cura del paziente, per questo è importante capire cosa sono e come si traducono.

Su questo argomento vige una gran confusione. Tutti più o meno sanno che si tratta di un tipo di documento che ci accompagna in caso di ricovero ospedaliero, ma di norma la loro importanza critica viene percepita appieno solo quando capita di ritrovarsi in circostanze particolari, ad esempio quando si risulta vittima di danni pregiudizievoli per la salute e si intende accertare la correttezza delle procedure impiegate dai sanitari.

Analoga confusione aleggia sulla traduzione delle cartelle cliniche. Spesso viene richiesto di tradurre le cartelle cliniche entro scadenze molto serrate ignorando la complessità del lavoro che si cela dietro il risultato finale.

Approfittiamo dunque di questo spazio per fare un po’ di chiarezza su cosa siano le cartelle cliniche e su come si traducano.

Rivolgiti a noi per tradurre le tue cartelle cliniche Col nostro team specializzato traduciamo qualsiasi tipologia di testi medici, incluse le cartelle cliniche.
Scopri di più

Che cosa sono le cartelle cliniche

Le cartelle cliniche sono documenti medici che refertano il percorso assistenziale in caso di degenza di un paziente, dall’accesso alla struttura ospedaliera alle dimissioni.

Le informazioni contenute nelle cartelle cliniche sono dunque le seguenti:

  • dati anagrafici;
  • motivi del ricovero;
  • anamnesi;
  • esami di laboratorio e specialistici;
  • terapia somministrata durante il ricovero
  • eventuali interventi;
  • diagnosi alle dimissioni;
  • terapia prescritta post-dimissioni;
  • esiti ed effetti postumi.

Ogni operatore sanitario che si occupa del paziente, in primis il medico curante, ha l’obbligo di trascrivere e aggiornare la cartella clinica.

L’iter va svolto nel rispetto di tre criteri essenziali: veridicità. completezza e chiarezza.

Questo significa che le informazioni contenute nella cartella devono rispondere al vero, spiegare in modo accurato e dettagliato tutti gli interventi di assistenza svolti sul paziente, essere scritte in modo chiaro per consentire a qualsiasi operatore sanitario che consulti la cartella di comprendere il quadro clinico del paziente e agire in caso di necessità. La conformità a questi tre requisiti è fondamentale per la tutela sia del paziente, sia degli operatori sanitari.

Le cartelle cliniche rispondono a una duplice finalità: da una parte agevolano il lavoro di cura, infatti l’analisi delle informazioni in esse contenute consente di diagnosticare la malattia e valutare gli effetti della terapia; mentre dall’altra parte le cartelle cliniche permettono di valutare l’adeguatezza della diagnosi e delle cure erogate.

Può capitare che, in caso di eventuali danni subìti, il paziente o chi per esso voglia verificare che tutti gli atti sanitari compiuti durante il ricovero ospedaliero siano stati adeguati e svolti correttamente. In tal caso consultare le cartelle cliniche diventa indispensabile per accertare se vi sono stati errori od omissioni da parte del personale sanitario, ed eventualmente adire a vie legali per richiedere un risarcimento. Le cartelle cliniche infatti sono atti pubblici pertanto il responsabile dell’unità operativa di degenza che la redige è responsabile sia della compilazione sia dell’iter terapeutico.

La valenza critica di questi documenti spiega perché debbano essere conservati nell’archivio della struttura ospedaliera dove sono state erogate le cure, e perché il paziente abbia sempre diritto di richiedere una copia della propria cartella.

Oltre che nei casi estremi citati in precedenza, la cartella clinica può rendersi necessaria anche per altri motivi, alcuni dei quali ne implicano la necessità di traduzione.

Quando bisogna tradurre le cartelle cliniche

Le circostanze in cui può rendersi necessario tradurre le cartelle cliniche sono diverse ma in generale riconducibili al trasferimento del paziente in un Paese dove si parla una lingua diversa da quella di compilazione del documento.

Può trattarsi di un trasferimento permanente in un altro Stato, di una trasferta temporanea e di breve durata in cui si rende necessario tenere sotto controllo una determinata patologia, o ancora della necessità di fruire di cure particolari che vengono erogate solo all’estero.

Le ragioni che possono spingere una persona affetta da una patologia a spostarsi sono tante, ciò che non cambia è la necessità di tradurre le cartelle cliniche nella lingua ufficiale del Paese di riferimento.

Questa tipologia di documentazione va presentata dinnanzi a istituzioni pubbliche o private che ne richiedono espressamente una versione tradotta in modo ufficiale, ma come ottenerla?

Prima di rispondere a questo quesito, condividiamo la complessità che si cela dietro quella che può sembrare una semplice traduzione.

Come tradurre le cartelle cliniche

La traduzione delle cartelle cliniche è un processo complesso, articolato in cinque passaggi: valutazione, traduzione, controlli, asseverazione (o altro servizio di natura analoga).

La valutazione del documento è la conditio sine qua non per mettere a terra le tappe successive. In un’agenzia di traduzioni professionale, l’analisi è svolta dai Project Manager, che sono linguisti specializzati nella gestione di progetti di traduzione medica. Abituati a gestire ogni giorno una quantità consistente di progetti, i Project Manager conoscono bene le caratteristiche di ciascun documento afferente all’ambito medico e sanno bene quali servizi e risorse attivare affinché il lavoro sia eseguito a regola d’arte.

Valutato il documento e costituito il team di lavoro, il Project Manager avvia la fase di traduzione vera e propria. La traduzione di una cartella clinica è svolta da un traduttore medico, ossia un professionista che possiede approfondite conoscenze in ambito medico, oltre a una solida esperienza in materia. La conformità a questi requisiti è indispensabile affinché le cartelle cliniche vengano tradotte correttamente. Solo i traduttori specialisti con una knowledge base verticalizzata nel settore medico sono in grado di comprendere a fondo il contenuto di una cartella per tradurla in modo adeguato, ecco perché occorre rivolgersi a un traduttore specializzato nel comparto Life Sciences.

Altro dettaglio da tenere presente è che la traduzione dev’essere sempre svolta da un traduttore verso la sua lingua madre per garantire l’esatta scelta dei traducenti da impiegare.

A valle della traduzione, le cartelle cliniche sono sottoposte a una serie di ulteriori controlli volti a garantirne la correttezza dal punto di vista linguistico e contenutistico. I due servizi specifici attivati in questa sede sono noti come revisione e proofreading, e riguardano rispettivamente la verifica del contenuto della traduzione e il controllo formale della stessa. Entrambe le attività sono svolte da linguisti terzi rispetto a chi ha tradotto il testo originale, sia per motivi di specializzazione di ruolo, sia perché, leggendo il testo ex-novo, detengono la distanza critica che li agevola nell’individuare eventuali sviste.

Infine, ma non meno importante, essendo le cartelle cliniche degli atti pubblici, occorre conferire loro una valenza ufficiale nei confronti delle autorità di un Paese straniero attraverso uno dei tre servizi certificativi noti come asseverazione, legalizzazione e apostillazione. La prima attività attesta la congruenza e fedeltà della traduzione al testo originale, senza conferirle valore legale, le altre due invece fanno della traduzione un documento dotato di valenza legale a tutti gli effetti. La scelta del servizio tra questi tre di volta in volta da privilegiare dipende dal motivo per cui viene richiesta la cartella clinica e dall’istituzione cui va presentata.

Tradurre le cartelle cliniche non significa dunque solo trasporle in un altro idioma, ma implica un processo articolato costituito da una serie di azioni a monte e a valle della fase di vera e propria traduzione, che sono ugualmente determinanti per la buona riuscita del risultato finale.

Chiarito l’articolato processo che si cela dietro la parola “traduzione”, possiamo rispondere all’ultimo quesito: a chi rivolgersi per tradurre le cartelle cliniche?

A chi rivolgersi

La soluzione più adeguata per ottenere una traduzione ben fatta risparmiando tempo ed energie è rivolgersi a un’agenzia di traduzioni professionale specializzata nel settore medico.

Come individuare un’agenzia di questo tipo? Verificandone la compliance rispetto a determinati requisiti.

In primo luogo occorre verificarne la conformità ai requisiti previsti dalle Norme applicabili alla qualità del servizio di traduzione. Si tratta principalmente di caratteristiche in ordine alla qualità delle risorse umane e al ciclo di lavoro, pertanto il possesso di Certificazioni ISO da parte di un’agenzia di traduzioni è un’ottima referenza a garanzia che il lavoro viene svolto nel rispetto delle Norme.

Altra credenziale da verificare è la specializzazione. L’agenzia traduce cartelle cliniche? È specializzata nel settore Life Sciences? Per verificarlo è sufficiente visitarne il sito internet dove senz’altro vengono approfonditi i settori che costituiscono il core business dell’agenzia di traduzioni. Se questi comprendono la traduzione medico-scientifica, con buona probabilità anche il secondo requisito può dirsi soddisfatto.

Altro fattore che depone a favore di chi traduce una documentazione così densa di dati sensibili è l’esperienza. Un’agenzia di traduzioni che eroga i suoi servizi al settore medico da molti anni può contare su un’esperienza consolidata nella traduzione di testi di questa natura. Quindi controllare da quanto tempo l’agenzia è attiva nel settore medico-scientifico è un ottimo metodo per essere certi di avere a che fare con degli esperti della Language Industry.

Infine, chi ha a cuore la sostenibilità e ama costruire filiera sostenibile può condurre ricerche sull’impegno profuso dall’agenzia di traduzioni verso questi temi. Dare un’occhiata ai contenuti pubblicati online o, ancora meglio, controllare eventuali riconoscimenti ottenuti in merito sono ottime modalità di indagine. Rivolgersi a un’agenzia di traduzioni specializzata nel settore medico che opera in modo sostenibile è senz’altro la soluzione preferibile, viste le grandi sfide che l’umanità si trova ad affrontare.

In Way2Global soddisfiamo tutti questi requisiti. Puoi controllare tu stesso/a, altrimenti, per avere informazioni specifiche o richiedere direttamente un preventivo, compila il modulo contatti, ti risponderemo al più presto.

Contatti

Richiedi Informazioni


    Massimo Maffei è Chief Operating Officer di Way2Global, agenzia di traduzioni dall’anima Benefit, oltre che startup femminile. Con oltre 14 anni di esperienza nel settore della Language Industry, alla guida del reparto Sales ha curato le relazioni internazionali dell’azienda aprendo mercati e instaurando collaborazioni con clienti di ogni parte del mondo. Coniugando oggi nel suo ruolo commerciale anche la supervisione delle Operations, cura le relazioni internazionali che legano Way2Global a clienti e fornitori. Sempre pronto a nuove sfide, Massimo si tiene costantemente aggiornato sullo stato dell’arte dei nostri settori di riferimento, primo fra tutti il Life Sciences.
    Articoli correlati
    Come tradurre il bilancio d’esercizio in inglese?

    Tradurre il bilancio d’esercizio in inglese è una scelta che impatta sulle opportunità di crescita dell’azienda, pertanto non va sottovalutata. Essendo uno dei documenti che traduciamo con […]

    Leggi di più
    Best practice 2023: il meglio della rendicontazione non finanziaria

    Si è svolta anche quest’anno la Conferenza sulle best practice italiane di informazione non finanziaria, evento organizzato da Fondazione O.I.B.R. in collaborazione con Assobenefit, Mercurio GP e […]

    Leggi di più
    Traduzione referto medico: la guida completa

    Il referto medico è tra i documenti più delicati e sensibili che ci vengono affidati in traduzione, ed è per questo motivo che occorre particolare rigore e competenza per […]

    Leggi di più
    Medical writing o traduzione medica?

    Medical writing e traduzione medica sono due servizi ben distinti, eppure spesso vengono confusi, e ci capita di ricevere richieste di medical writing per casistiche che […]

    Leggi di più
    Etichette dei farmaci: perché ricorrere alla traduzione professionale

    Le etichette dei farmaci sono uno strumento essenziale per garantire un corretto utilizzo dei medicinali, motivo più che sufficiente per preferire la traduzione professionale, servizio ben più affidabile e […]

    Leggi di più
    Marketing medico: servizi linguistici a disposizione

    Il marketing medico è una branca del marketing che promuove prodotti e servizi sanitari anche oltre i confini nazionali, ecco perché a volte richiede il ricorso a servizi linguistici. […]

    Leggi di più