4 Aprile 2023

Come comunicare il bilancio di sostenibilità?

Categoria: News da Way2Global

Il bilancio di sostenibilità è un prezioso strumento per comunicare l’impegno portato avanti dall’azienda negli ambiti ESG (Environment, Social, Governance). Ma come si comunica?

Comunicare questo documento non è affatto semplice in quanto custodisce al suo interno un patrimonio di informazioni sui diversi aspetti che compongono la realtà aziendale.

Sebbene la conoscenza di questo documento sia sempre più diffusa, le modalità di fruizione del bilancio di sostenibilità sono quanto mai diversificate. Gli investitori, ad esempio, sono più interessati all’analisi dei KPI per verificare la compliance dell’azienda alle nuove normative e le modalità di integrazione dei criteri ESG nel business, i clienti invece si dimostrano più sensibili a come l’azienda riesca a garantire prodotti e/o servizi a tutti gli effetti sostenibili.

Le chiavi di lettura sono molteplici e divergenti, per questo è molto importante capire come comunicare il bilancio di sostenibilità affinché ogni stakeholder possa reperire facilmente le informazioni di proprio interesse.

Traduci il tuo Bilancio di Sostenibilità con noi In Way2Global forniamo traduzioni finanziarie da più di 30 anni e i bilanci sono la nostra specialità
Scopri di più

Rendere i dati comprensibili e intuitivi

A prescindere dal livello di competenza del lettore, la prima strategia da adottare per comunicare adeguatamente il bilancio consiste nel rendere i dati comprensibili e intuitivi.

Il bilancio di sostenibilità è un compendio dell’attività aziendale in ambito economico, sociale, ambientale e di governance, di conseguenza è ricco di dati e tecnicismi specialistici.

L’impatto ambientale, ad esempio, può essere monitorato attraverso la misurazione dei tre Scope previsti dal GHG Protocol in relazione alle tre categorie di emissioni generate dalle aziende (dirette, indirette e sulla catena di fornitura). Questo concetto, che può sembrare scontato per chi rendiconta la sostenibilità ambientale o gli addetti ai lavori, può non essere di immediata comprensione per tutti i potenziali lettori.

Comunicare il bilancio di sostenibilità richiede impegno anche in termini di inclusività, vuol dire essere in grado di comunicare il proprio impegno a tutti, dunque è necessario rendere fruibili dati e informazioni anche a chi non è del settore.

Come fare, quindi? Vi sono diverse tecniche e modalità. Il primo strumento funzionale allo scopo è senza dubbio quello di redigere un glossario, di norma inserito nelle appendici al bilancio. E’ una sezione che compendia tutti i termini tecnici che ricorrono nel documento con la relativa spiegazione.

Un’altra modalità per rendere il bilancio più agevole da consultare è spezzare il muro di testo inserendo elementi grafici come immagini e citazioni, una soluzione perfetta per rinforzare visivamente in modo semplice e immediato il contenuto espresso con le parole. Qualsiasi iniziativa o attività risulta di immediata comprensione se corredata di una bella immagine o una frase che ne racchiude l’essenza.

Ma l’asso nella manica per comunicare in modo semplice e sintetico la dovizia di informazioni contenute nel bilancio di sostenibilità sono le infografiche, uno strumento che consente di rendere accessibili a tutti concetti complessi come il monitoraggio dei KPI o il modello di business aziendale.

Una volta curato il contenuto del bilancio per farne un documento completo ma allo stesso tempo comprensibile, non resta altro che condividerlo con gli stakeholder.

Condividerlo sul sito web e sui canali aziendali

Sono diversi i canali attraverso i quali si può comunicare il bilancio di sostenibilità alla propria cerchia di stakeholder, primo tra tutti il sito web dell’azienda.

Spesso il bilancio viene inserito come documento consultabile online o scaricabile da una pagina del sito web dedicata alla sostenibilità o, meglio ancora, in una sezione riservata alla rendicontazione non finanziaria.

Oltre al sito però esistono anche altri canali con cui comunicare il bilancio di sostenibilità. Non va dimenticato infatti che gli stakeholder cui si rivolge il documento sono quanto mai eterogenei: dai dipendenti ai clienti, dai fornitori agli investitori, dai partner alle commissioni aggiudicatrici di eventuali tender di gara.

E sebbene la lettura del documento sia il modo più completo ed esaustivo per individuare le informazioni richieste, è anche vero che il tempo a disposizione per le ricerche è sempre limitato, così come il livello di attenzione, che tende a calare per via dei molteplici stimoli di cui siamo continuamente oggetto. Dunque la chiave per comunicare il bilancio di sostenibilità sta nel diversificare i canali di comunicazione.

Così, invece di inserire il bilancio come documento scaricabile dal sito corporate, si può decidere di dedicargli un’intera pagina del sito per raccontarlo in modo interattivo tramite immagini, grafici, video o interviste in formato podcast. Altre opzioni, sempre di natura digitale, consistono nel pubblicare articoli di approfondimento nel blog aziendale oppure riservare al bilancio di sostenibilità un’edizione monografica dedicata della newsletter aziendale.

Un altro canale prezioso a disposizione delle aziende che intendano comunicare il bilancio di sostenibilità è rappresentato dagli account social. Questo mondo consente di catturare l’attenzione degli utenti e indurli a consultare il bilancio, ma anche e soprattutto di monitorarne le reazioni rispetto ai contenuti proposti.

Si può quindi decidere di sviluppare una vera e propria campagna di comunicazione sui social creando una grafica specifica e degli hashtag dedicati alla comunicazione del bilancio di sostenibilità in modo semplice, veloce e accattivante. In aggiunta si possono sfruttare le modalità offerte da ciascun canale social per massimizzare l’efficacia comunicativa di ciascuna piattaforma. Linkedin consente ad esempio di creare dei sondaggi per sondare la competenza degli utenti rispetto alla conoscenza del bilancio, mentre Instagram è più idoneo per la pubblicazione di stories e reel.

Ma il bilancio di sostenibilità può essere comunicato anche attraverso un evento per annunciarne la pubblicazione e presentarne in anteprima il contenuto agli invitati. E anche in questo caso le modalità tra cui scegliere sono le più diverse: l’evento può essere organizzato in presenza, online o in modalità ibrida; la presentazione può essere tenuta dal CEO dell’azienda, dal team che ha redatto il bilancio o da più stakeholder, attraverso una dinamica frontale (one-to-many) o interattiva e coinvolgente.

Altri strumenti più classici ma altrettanto validi consistono nel condividere il bilancio di sostenibilità tramite un video aziendale o tramite i media più tradizionali in forma di comunicati stampacartelloni pubblicitari o spot radio-televisivi.

Naturalmente non manca anche l’esatto opposto, cioè lo sviluppo di idee più creative e provocatorie come le azioni di guerrilla marketing. D’altronde, partendo dal presupposto che il bilancio di sostenibilità viene spesso percepito come un documento lungo e noioso, renderlo dinamico e coinvolgente dando libero sfogo alla creatività del reparto Marketing & Comunicazione può essere una strategia efficace per le aziende più grintose e intraprendenti.

Seguire questi spunti può di sicuro aiutare a comunicare in maniera efficace il bilancio di sostenibilità, ma per le aziende che operano sui mercati internazionali, la chiave di volta sta nel tradurre il documento in inglese o in altre lingue.

Tradurlo in inglese

Tradurre il bilancio di sostenibilità in inglese è una mossa vincente per due motivi: consente di consolidare la relazione con gli stakeholder e al contempo di intercettare nuove opportunità economiche e finanziarie.

Per chi già opera sui mercati internazionali, tradurre il bilancio di sostenibilità è un segnale di trasparenza e rispetto nei confronti degli stakeholder che parlano una lingua diversa. Mettere a disposizione le informazioni contenute nel bilancio in una lingua comprensibile al lettore ne agevola la consultazione e attesta concretamente l’impegno dell’azienda in chiave di inclusività, che è un aspetto implicito nella sostenibilità.

Si innesca così un circolo virtuoso che rinsalda la fiducia nei confronti dell’azienda, ne ottimizza la reputazione e, fattore ancor più importante, consolida la relazione con gli stakeholder.

Ma perché tradurre il bilancio proprio in inglese?

L’inglese è la lingua per eccellenza del mondo finanziario e, poiché la sostenibilità è ormai diventata tema di compliance normativo anche in questo ambito, è naturale che la maggior parte delle aziende si vogliano dotare della traduzione in inglese del proprio bilancio di sostenibilità.

Risulta quindi evidente che la traduzione in inglese diventa leva di accesso a nuove opportunità. Un bilancio di sostenibilità tradotto in inglese si rende fruibile a una platea ben più ampia di persone: investitori in cerca di nuove realtà da inserire nei propri portafogli d’investimento, imprese virtuose che intendano consolidare la propria filiera sostenibile con fornitori allineati sugli stessi valori, o ancora potenziali clienti intenzionati ad acquistare servizi e prodotti realizzati in modo sostenibile.

Se la traduzione in inglese è senza dubbio il primo passo per farsi conoscere al resto del mondo, laddove occorra espandere il business in un mercato specifico, si può decidere di tradurre il bilancio di sostenibilità anche nella lingua parlata nel contesto locale. Di norma, vale l’assunto per cui consultare informazioni nella propria lingua madre risulta sempre l’opzione più gradita alle persone.

In Way2Global ci occupiamo proprio di questo. Traduciamo bilanci di sostenibilità (e ogni tipo di bilancio) in oltre 50 combinazioni linguistiche da più di 30 anni. Le traduzioni finanziarie sono il nostro core business, e la sostenibilità è la cifra della nostra cultura aziendale, tanto che noi stessi ogni anno redigiamo su base volontaria il bilancio di sostenibilità. Siamo convinti infatti che sia uno strumento prezioso per co-progettare lo sviluppo strategico assieme agli stakeholder e promuovere la cultura della sostenibilità anche in termini di rendicontazione.

Compila il modulo per richiedere il nostro servizio di traduzione del bilancio di sostenibilità o per ricevere maggiori informazioni.

Contatti

Richiedi Informazioni


    Laura Gori è Founder e CEO di Way2Global, agenzia di traduzioni dall’anima Benefit, oltre che startup femminile. Dopo trent’anni alla guida di una piccola multinazionale della localizzazione, Laura ha deciso di ricominciare daccapo e di fondare Way2Global per fare impresa a beneficio della società e dell’ambiente, oltre che della crescita aziendale. Fervente paladina di Benefit Corporation e delle istanze di empowerment femminile, Laura coglie ogni occasione per diffondere consapevolezza su questi temi e contribuire all’affermazione di un’economia più giusta, egualitaria e sostenibile per tutti.
    Articoli correlati
    Come tradurre il bilancio d’esercizio in inglese?

    Tradurre il bilancio d’esercizio in inglese è una scelta che impatta sulle opportunità di crescita dell’azienda, pertanto non va sottovalutata. Essendo uno dei documenti che traduciamo con […]

    Leggi di più
    Best practice 2023: il meglio della rendicontazione non finanziaria

    Si è svolta anche quest’anno la Conferenza sulle best practice italiane di informazione non finanziaria, evento organizzato da Fondazione O.I.B.R. in collaborazione con Assobenefit, Mercurio GP e […]

    Leggi di più
    Traduzione referto medico: la guida completa

    Il referto medico è tra i documenti più delicati e sensibili che ci vengono affidati in traduzione, ed è per questo motivo che occorre particolare rigore e competenza per […]

    Leggi di più
    Medical writing o traduzione medica?

    Medical writing e traduzione medica sono due servizi ben distinti, eppure spesso vengono confusi, e ci capita di ricevere richieste di medical writing per casistiche che […]

    Leggi di più
    Etichette dei farmaci: perché ricorrere alla traduzione professionale

    Le etichette dei farmaci sono uno strumento essenziale per garantire un corretto utilizzo dei medicinali, motivo più che sufficiente per preferire la traduzione professionale, servizio ben più affidabile e […]

    Leggi di più
    Marketing medico: servizi linguistici a disposizione

    Il marketing medico è una branca del marketing che promuove prodotti e servizi sanitari anche oltre i confini nazionali, ecco perché a volte richiede il ricorso a servizi linguistici. […]

    Leggi di più