11 Marzo 2021

Google Traduttore o agenzia di traduzione?

Categoria: Traduzione

Lanciato per la prima volta nel 2006, oggi Google Traduttore è utilizzato da oltre 500 milioni di persone in tutto il mondo.

Questo programma di traduzione automatica è in grado di tradurre un testo in modo pressoché istantaneo grazie all’impiego di un sistema analitico e statistico a base di reti neurali che si addestra sulla base delle informazioni di un’enorme banca dati interattiva per individuare in base a logiche di deep learning la corrispondenza più adatta tra la lingua di partenza e quella di arrivo.

Il database utilizzato per addestrare il sistema, chiamato motore, è costituito da milioni di documenti presenti sul Web e già tradotti da professionisti del mestiere. I documenti provengono per lo più da fonti autorevoli come le Nazioni Unite o i vari organi dell’Unione Europea, istituzioni che prevedono la traduzione dei loro testi ufficiali in più lingue, ma anche da contenuti “di seconda mano” generati come by-product dalle macchine.

Lo scopo per cui Google Traduttore è stato creato è agevolare la vita di tutti i giorni, facilitando la comunicazione tra persone che parlano lingue differenti. Basta scrivere o dettare una frase e, nel giro di qualche secondo, si ottiene in output la traduzione desiderata nell’idioma selezionato.

Un servizio semplice, intuitivo e immediato.

In origine la sua introduzione provocò perplessità e preoccupazioni nel settore. Si diffuse il timore che l’utilizzo di questi programmi avrebbe reso superfluo il lavoro dagli esperti del mestiere, rivoluzionando l’intero settore della traduzione.

Col tempo, invece, è diventato palese che, pur essendo uno strumento eccezionale, Google Traduttore difficilmente potrà sostituire il lavoro di un traduttore professionista.

Un’attenta analisi delle differenze tra la macchina creata da Google e le caratteristiche del lavoro di un qualsiasi traduttore umano può aiutarci a capire meglio. Vediamo insieme di cosa si tratta.

 

Le differenze

 

Una prima rilevante differenza è data dal costo e dall’accessibilità al servizio di traduzione.

Google Traduttore consente a tutti di usufruire, in qualsiasi momento, del servizio in modo completamente gratuito, al contrario di quanto avviene se ci si rivolge a un professionista. Non tutti infatti hanno la possibilità di ricorrere a un traduttore professionale nel momento in cui necessitano di una traduzione e, se lo fanno, sicuramente non ottengono una traduzione “simultanea” come quella offerta da Google.

A controbilanciare i due vantaggi sopra esposti che deporrebbero a favore della macchina, è necessario tuttavia evidenziare anche i punti di debolezza di Google Traduttore.

Se è vero che la continua innovazione della tecnologia di Machine Translation neurale che ne è alla base ha incrementato in modo esponenziale la qualità delle sue traduzioni, è anche vero che non sempre il motore più usato del mondo riesce a garantire un’adeguata fedeltà traduttiva.

Ogni lingua ha le sue peculiarità, i suoi modi di dire, i suoi neologismi e molti altri aspetti che la rendono dinamica e in continua evoluzione. Google Traduttore non è in grado di cogliere queste sfumature, o di ammettere eccezioni alle regole, così rischia spesso di produrre traduzioni errate innescando in modo “subdolo” perché imprevedibile e all’apparenza “fluente” una serie di equivoci e svarioni che, a seconda del contesto, possono avere conseguenze pesanti.

Il traduttore “umano”, invece, grazie alla sua approfondita conoscenza linguistica e culturale, è in grado di cogliere anche la più sottile sfumatura linguistica producendo un testo che, sebbene rispecchi fedelmente il significato dell’originale, incorpora tutte quelle particolarità linguistiche che ne consentono una comprensione adeguata da parte del lettore, senza generare malintesi.

Un’ultima differenza, anche questa non indifferente, sta nella quantità di lingue tradotte rispettivamente dalla macchina e dal traduttore umano.

Google Traduttore funziona molto bene solo con alcune lingue, inglese in primis. Questo avviene perché i documenti dati in pasto al motore per addestrarlo sono scritti per lo più nelle lingue ufficiali delle Nazioni Unite (inglese, francese, russo, spagnolo, cinese e arabo).

Se però si vuole tradurre il proprio testo in una lingua meno diffusa a livello globale come ad esempio il dialetto indiano del bhojpuri oppure in una lingua dalle particolarità strutturali e sintattiche peculiari come il tedesco, allora le probabilità di errore nell’output della traduzione saranno molto più elevate.

Questo problema ovviamente non si pone quando ci si rivolge a un traduttore professionista.

Benché questi conosca di norma solo qualche lingua oltre alla sua lingua madre, e sia quindi in grado di padroneggiare un numero limitato di combinazioni linguistiche, quelle di sua competenza (dette “lingue passive” per differenziarle dalla lingua madre) le conosce a livello professionale, quindi non c’è rischio che distorca il significato del testo nel processo traduttivo.

 

Perché scegliere una traduzione professionale

 

Se in alcuni casi Google Traduttore può essere molto utile, ad esempio quando ci si trova all’estero e non si conosce la lingua parlata in loco, in altre circostanze la traduzione professionale “umana” resta imbattuta.

Il traduttore professionale ha il vantaggio di riuscire a cogliere tutti quegli aspetti e quelle sfumature che contribuiscono a rendere “viva”, ricca e multidimensionale la lingua.

Qualsiasi testo scritto è frutto di un complesso di fattori molto più articolato rispetto all’automatismo di una macchina addestrata sulla base di un semplice database.

La cultura, le usanze, le abitudini sono tutti aspetti che influiscono sulla nostra vita e sul nostro modo di esprimerci.

La lingua porta con sé il nostro sistema di valori, le nostre credenze, le nostre emozioni, aspetti difficilmente comprensibili (e traducibili) da una macchina, seppur sofisticata.

Il traduttore, per diventare un professionista, dedica molto tempo allo studio non solo delle lingue ma di tutto ciò che le circonda, si immerge nella cultura della lingua da apprendere e si specializza in ambiti specifici come ad esempio il settore finanziario, legale, medico-scientifico.

Ciascun comparto di specialità è contraddistinto da termini e modalità espressive differenti, e solo un’approfondita conoscenza di tutto questo mondo linguistico e culturale può assicurare una traduzione in grado di raggiungere il suo scopo: facilitare la comunicazione tra le persone.

La capacità di mediare in modo adeguato e fedele il messaggio dal contesto di partenza a quello di arrivo è un talento che solo l’essere umano possiede, per questo motivo la traduzione svolta da professionisti del mestiere resta indiscutibilmente la migliore in termini di qualità.

Non ultimo, occorre anche tenere in considerazione l’assistenza di cui possiamo avere bisogno quando dobbiamo tradurre un testo. Nel caso di Google Traduttore ci troviamo a interagire con un computer, senza possibilità di mettere in discussione i motivi alla base di una determinata scelta traduttiva. Quando invece scegliamo di affidarci a un servizio di traduzione professionale, il traduttore è ben lieto di interagire in spirito collaborativo e fornire spiegazioni sulle sue scelte.

Decidere a favore di una traduzione erogata da un’agenzia professionale significa anche avere a disposizione sull’intero processo un Project Manager dedicato che, attingendo alla sua esperienza e competenze, è in grado di consigliare a ciascun clientela soluzione di volta in volta più adeguata, e quindi di individuare e coordinare il team di traduttori più adatto per ogni specifico progetto a seconda delle lingue e del settore di riferimento.

 

Way2Global: un connubio perfetto tra uomo e macchina

 

Way2Global rappresenta un perfetto connubio tra uomo e macchina.

Sebbene la nostra anima di startup ci induca a contribuire in modo fattivo ad alzare sistematicamente l’asticella delle nuove tecnologie che dominano il panorama della Language Industry (MT, reti neurali, intelligenza artificiale, deep learning), e sebbene i motori a base di reti neurali di tipo professionale (cfr. Google Traduttore) siano un fenomeno che sta prendendo piede a velocità esponenziale, il nostro scopo è mettere sempre al centro la persona.

Siamo convinti che le nuove tecnologie siano un’estensione delle capacità dell’uomo, ed è proprio in quest’ottica che vogliamo valorizzare l’innovazione tecnologica.

 

Studi autorevoli anticipano un utilizzo sempre più diffuso di strumenti di Machine Translation nel futuro, si prevede addirittura che il 90% del mercato della traduzione a livello globale sarà erogato tramite l’impiego di questi nuovi tool digitali. Una vera e propria rivoluzione nello scenario della Language Industry, che, se gestita nel modo corretto, contribuirà a migliorare non solo la produttività ma anche la qualità del servizio offerto.

Tra le misure atte a disciplinare il corretto utilizzo dei nuovi strumenti digitali, il settore ha definito ed emesso una vera e propria certificazione (ISO EN 18587) che attesta il rispetto di rigorosi standard di qualità.

Come precursori di futuro, noi di Way2Global siamo fieri non sono di avere conseguito la certificazione tra le prime società di traduzione del settore, ma anche di avere contribuito alla redazione della Norma come parte del panel di esperti consultati.

 

Per proteggere dati e documenti dei clienti, le nostre policy certificate prescrivono in primo luogo l’impiego di motori di tipo professionale, che risiedono in locale sui nostri server, a completa tutela della privacy e della sensibilità dei dati.

E ogniqualvolta il cliente richieda espressamente l’impiego del ciclo di lavoro a base delle nuove tecnologie digitali, sa di poter contare sul massimo della qualità grazie al presidio dell’intero processo da parte del nostro team di linguisti e traduttori madrelingua, aggiornato e formato per utilizzare su richiesta i sistemi che rappresentano la nuova frontiera della tecnologia, mantenendo però salde le redini della cabina di regia e il controllo su macchine e processi.

Last but not least, la delicatezza dei documenti che di norma ci vengono affidati richiede che, in caso di richiesta esplicita del ciclo di lavoro con machine translation da parte del cliente, nel processo traduttivo vengano predisposti, come da norma ISO EN 18587, multipli step di controllo: revisione a opera di uno specialista (Subject Matter Expert, SME), review da parte di un traduttore terzo, controllo bozze (proofreading) e Controllo Qualità (Quality Assurance, QA).

 

È evidente che le nuove tecnologie e la trasformazione digitale stanno rivoluzionando, tra gli altri comparti, anche il mondo della Language Industry, ma noi di Way2Global, nel nostro ruolo di anticipatori di futuro e innovazione, siamo pronti e attrezzati per cavalcare il cambiamento, fiduciosi nel connubio uomo-macchina.

 

Hai bisogno di un servizio di traduzioneContattaci!

Sede centrale

  • Indirizzo: Via Padre R. Giuliani, 10/A, Milano, Italia
  • Telefono: (+39) 02 66661366
  • Email: info@way2global.com
CONTATTACI