4 Giugno 2024

Standard ESRS: linee guida per la redazione e traduzione dei nuovi Report di Sostenibilità

Categoria: Servizi Linguistici

Gli Standard ESRS (European Sustainability Reporting Standards) sono il pilastro del nuovo quadro normativo europeo per la rendicontazione di sostenibilità.

Questi Standard si avviano a diventare un punto di riferimento essenziale per tutte le aziende che operano nell’Unione Europea e dovranno presto rendicontare le proprie performance in termini d’impatto ambientale, sociale e di governance.

In questo articolo esploriamo nel dettaglio cosa sono gli ESRS e forniamo linee guida pratiche su come redigere e tradurre i Report di Sostenibilità in conformità con i nuovi Standard, assicurandone una comunicazione efficace, precisa e affidabile su scala globale.

Cosa sono gli Standard ESRS?

Gli Standard ESRS sono gli standard sviluppati da EFRAG (European Financial Reporting Advisory Group) con l’obiettivo di standardizzare e armonizzare la rendicontazione di sostenibilità all’interno dell’Unione Europea.

Introdotti come parte integrante della Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), gli Standard ESRS puntano a migliorare trasparenza e comparabilità delle informazioni sull’impatto ESG (Environment, Social, Governance) delle imprese europee. Loro scopo è dare impulso all’impegno e alla cultura di rendicontazione sostenibile delle aziende rendendo le informazioni fornite più fruibili a investitori, autorità di regolamentazione e altri stakeholder.

Gli Standard ESRS messi a punto da EFRAG si dividono in tre categorie:

  • Trasversali (cross-cutting): Si tratta dei primi due Standard, ESRS1 Prescrizioni Generali e ESRS2 Informazioni Generali, che definiscono i requisiti generali per la preparazione e la presentazione delle informazioni relative alla sostenibilità, e sono applicabili a qualsiasi ambito tematico e settore;
  • Tematici: Sono i principi afferenti alle tre macro aree Ambiente (tot. 5), Sociale (tot. 4) e Governance (tot. 1), anch’essi intersettoriali, ossia applicabili a tutte le imprese indipendentemente dal settore di riferimento;
  • Settoriali: Sono i principi specifici di settore, cui EFRAG a oggi sta ancora lavorando e che dovrebbero rendersi disponibili a breve per orientare l’individuazione di impatti, rischi e opportunità materiali comuni a tutte le imprese di un dato settore.

Gli Standard ESRS definiscono indicatori e metriche dettagliate che le aziende devono adottare per misurare e rendicontare le proprie prestazioni. Questo metodo uniforme consente di confrontare le performance di sostenibilità tra aziende e settori, facilitando stakeholder e investitori nell’acquisizione e nella comparazione delle informazioni.

La conformità agli ESRS è obbligatoria per tutte le aziende soggette alla Direttiva CSRD, incluse non solo le grandi imprese quotate, ma anche le PMI. L’ampliamento del perimetro di applicazione della Direttiva intende diffondere una cultura di rendicontazione sostenibile più inclusiva e completa, promuovendo una maggiore responsabilità aziendale e la transizione verso un’economia più sostenibile.

Traduci il tuo Report di Sostenibilità con gli esperti del settore! Da oltre 30 anni Way2Global valorizza la reportistica delle aziende in tutte le lingue del mondo.
Scopri di più

La redazione dei Report di Sostenibilità secondo gli Standard ESRS

Redigere un Report di Sostenibilità conforme agli Standard ESRS richiede un’approfondita comprensione delle linee guida e delle metriche definite da EFRAG. Il processo inizia con il lavoro di raccolta dei dati da divulgare rispetto agli impatti ambientali, sociali e di governance delle attività aziendali. È essenziale che questa quantità di dati non indifferente sia raccolta in modo sistematico, completo e documentato, utilizzando strumenti e metodologie di misurazione che ne garantiscano affidabilità e verificabilità.

Terminata la raccolta dei dati, si passa all‘analisi e interpretazione delle informazioni per identificare le principali aree di impatto e le opportunità di miglioramento, considerando parametri come le emissioni di gas serra, l’uso delle risorse naturali, il rispetto dei diritti umani, e molte altre grandezze significative.

Il Report, o meglio, la Dichiarazione di Sostenibilità, secondo la traduzione italiana della norma, deve offrire una visione completa e bilanciata delle performance di sostenibilità dell’azienda, evidenziando i progressi compiuti e le sfide da affrontare.

È fondamentale che il report sia strutturato in sezioni chiare e coerenti seguendo le specifiche indicazioni degli Standard ESRS. Ogni sezione, a fronte dei temi materiali, ossia identificati come rilevanti per l’azienda, deve includere una descrizione dettagliata delle politiche, delle azioni e dei dati quantitativi di performance e obiettivi, unitamente a un commento sui risultati ottenuti, soprattutto con riferimento agli obiettivi non centrati. Il linguaggio dev’essere preciso e trasparente, evitando eccessivi tecnicismi che potrebbero compromettere l’accessibilità e la comprensione delle informazioni.

Infine, il report dev’essere sottoposto a un processo di revisione interna ed esterna per garantirne qualità e accuratezza, incluso l’audit da parte di un ente indipendente (“assurance”), che ne attesti la conformità con gli Standard ESRS. La trasparenza del reporting e l’impegno al miglioramento continuo delle pratiche di sostenibilità sono elementi chiave per costruire la fiducia degli stakeholder e rafforzare la reputazione aziendale.

La traduzione dei Report di Sostenibilità secondo gli Standard ESRS

La traduzione del Report di Sostenibilità conforme agli Standard ESRS rappresenta una leva strategica per renderlo accessibile a un pubblico internazionale. Questo processo richiede l’intervento di traduttori specializzati in tematiche di sostenibilità con una solida conoscenza della terminologia specifica degli ESRS. La precisione terminologica rispetto alla traduzione ufficiale della norma è infatti fondamentale per mantenere la coerenza, l’accuratezza e la conformità dei dati divulgati nella reportistica.

Il primo passo per tradurre un Report di Sostenibilità consiste nell’affidare il progetto a traduttori specializzati che abbiano esperienza nel campo della sostenibilità e familiarità con gli Standard ESRS. Questi professionisti devono essere in grado di interpretare correttamente concetti e metriche, traducendoli con chiarezza e precisione nella lingua di destinazione. È essenziale che il team di traduzione comprenda il contesto e le implicazioni delle informazioni divulgate per prevenire errori che rischierebbero di compromettere la credibilità del report.

Durante il processo di traduzione, è importante inoltre mantenere un approccio collaborativo tra gli estensori del documento originale e il team preposto alla traduzione del report per assicurare che eventuali dubbi o ambiguità vengano prontamente chiariti e che la traduzione rispecchi fedelmente l’intento e il contenuto del testo originale. L’uso di glossari e guide terminologiche specifiche della CSRD e degli ESRS facilita in questo contesto la coerenza terminologica e migliora la qualità complessiva della traduzione.

Una volta completata la traduzione, il report va sottoposto a un rigoroso processo di revisione e proofreading a opera di esperti del settore. Questo passaggio è cruciale per identificare e correggere eventuali sviste o imprecisioni, garantendo che la versione tradotta mantenga gli stessi standard di qualità, accuratezza e compliance del report originale. Questi controlli sono fondamentali per assicurare che il linguaggio sia appropriato per il pubblico di destinazione, tenendo conto delle differenze culturali e linguistiche.

Infine, la pubblicazione della versione tradotta del report dev’essere accompagnata da una comunicazione trasparente, inclusiva e accessibile che ne faciliti la diffusione e la comprensione da parte degli stakeholder internazionali. Questo impegno in termini di chiarezza, accuratezza e inclusività rafforza la fiducia degli stakeholder e valorizza il ruolo etico e responsabile dell’azienda a livello globale.

Traduci il tuo Report di Sostenibilità con Way2Global

Con oltre 30 anni di esperienza e più di 600 milioni di parole tradotte, Way2Global è il riferimento autorevole per la traduzione dei Report di Sostenibilità.

La qualità delle nostre traduzioni è attestata da tre certificazioni ISO e da una rete di 8.604 traduttori specializzati. La flessibilità della nostra organizzazione ci consente di gestire i progetti più sfidanti con rapidità e precisione. Essendo inoltre una Società Benefit e una B Corp certificata, siamo impegnati noi stessi a rendicontare da sempre l’impatto che generiamo negli ambiti ESG, e amiamo collaborare con gli standard-setter per sviluppare e definire la nuova frontiera della normativa europea.

Scegliere Way2Global per la traduzione del Report di Sostenibilità significa affidarsi a un partner linguistico esperto e autorevole che sa come comunicare efficacemente le tue performance di sostenibilità a livello internazionale.

Contattaci subito per scoprire come possiamo supportarti.

Contatti

Richiedi Informazioni


    Laura Gori è Founder e CEO di Way2Global, agenzia di traduzioni dall’anima Benefit, oltre che startup femminile. Dopo trent’anni alla guida di una piccola multinazionale della localizzazione, Laura ha deciso di ricominciare daccapo e di fondare Way2Global per fare impresa a beneficio della società e dell’ambiente, oltre che della crescita aziendale. Fervente paladina di Benefit Corporation e delle istanze di empowerment femminile, Laura coglie ogni occasione per diffondere consapevolezza su questi temi e contribuire all’affermazione di un’economia più giusta, egualitaria e sostenibile per tutti.
    Articoli correlati
    Standard VSME: cos’è e quali sono i benefici per le PMI

    Nell’attuale scenario europeo, dove trasparenza e sostenibilità aziendale sono criteri prioritari per la governance d’impresa, lo standard VSME (Voluntary Standard for non-listed Small- and Medium-sized Enterprises) diventa una […]

    Leggi di più
    Nuova Direttiva CRSD: a chi si rivolge e quali sono gli standard da rispettare

    La nuova Direttiva CRSD (Corporate Sustainability Reporting Directive) segna una svolta significativa nel panorama normativo europeo, schiudendo una nuova era nella rendicontazione della sostenibilità aziendale. In un’economia globale […]

    Leggi di più
    Come tradurre il bilancio d’esercizio in inglese?

    Tradurre il bilancio d’esercizio in inglese è una scelta che impatta sulle opportunità di crescita dell’azienda, pertanto non va sottovalutata. Essendo uno dei documenti che traduciamo con […]

    Leggi di più
    Traduzione referto medico: la guida completa

    Il referto medico è tra i documenti più delicati e sensibili che ci vengono affidati in traduzione, ed è per questo motivo che occorre particolare rigore e competenza per […]

    Leggi di più
    Medical writing o traduzione medica?

    Medical writing e traduzione medica sono due servizi ben distinti, eppure spesso vengono confusi, e ci capita di ricevere richieste di medical writing per casistiche che […]

    Leggi di più
    Etichette dei farmaci: perché ricorrere alla traduzione professionale

    Le etichette dei farmaci sono uno strumento essenziale per garantire un corretto utilizzo dei medicinali, motivo più che sufficiente per preferire la traduzione professionale, servizio ben più affidabile e […]

    Leggi di più