21 Giugno 2022

Legalizzazione, quando è necessaria?

Categoria: Asseverazione

La legalizzazione è un servizio a supporto della traduzione che si rende necessario quando bisogna conferire valore legale a un documento.

Nello specifico la legalizzazione è richiesta in due occasioni: quando un documento italiano deve essere presentato all’estero, oppure quando un documento rilasciato da un altro Paese deve essere riconosciuto in Italia.

In entrambi i casi, prima si esegue la traduzione, e in un secondo momento la legalizzazione.

Scegli Way2Global!Da più di 30 anni supportiamo le aziende nella legalizzazione dei loro documenti.
Scopri di più

Quali sono i documenti da legalizzare

I documenti che richiedono la legalizzazione sono di varie tipologie, per lo più si tratta di atti e certificati da produrre nei confronti di istituzioni pubbliche o private.

Un primo gruppo è costituito dagli atti anagrafici, quindi atti con informazioni quali:

  • nascita;
  • unione civile;
  • matrimonio;
  • morte;
  • cittadinanza;
  • iscrizione all’aire;
  • residenza;
  • godimento di diritti politici;
  • iscrizione alle liste elettorali.

A questi si aggiungono i certificati che attestano il conseguimento di uno dei seguenti titoli di studio:

  • licenza media;
  • diploma;
  • laurea;
  • master;
  • dottorato.

Alle precedenti categorie se ne aggiunge una terza, gli atti notarili e giudiziari.

Quelli sopra citati sono gli atti che più comunemente richiedono la legalizzazione, eppure non tutti i Paesi prevedono l’obbligatorietà di questo iter per considerare una traduzione legalmente valida.

Quali sono i paesi che la richiedono

La legalizzazione è, nello specifico, la procedura che attesta ufficialmente la qualifica legale del pubblico ufficiale che ha firmato un atto, e viene richiesta per conferire valenza legale all’estero a qualsiasi documento della tipologia sopra citata, virtualmente da tutti i Paesi.

Tuttavia, per velocizzare il processo di legalizzazione, di norma piuttosto articolato e dispendioso in termini di tempistiche, è stato previsto un procedimento alternativo, denominato apostillazione, che assicura il medesimo obiettivo, cioè conferire valore legale a un documento all’estero, ma in modo più rapido.

Se la legalizzazione necessita l’inoltro del documento presso l’autorità competente e la firma di un funzionario pubblico, con l’apostillazione è sufficiente l’apposizione di una postilla (da cui deriva il nome del servizio), e la procedura può dirsi conclusa.

Questo iter alternativo si applica però solo nei Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione de l’Aja del 5 ottobre 1961: Albania, Andorra, Antigua e Barbados; Arabia Saudita, Argentina, Armenia, Australia, Austria, Azerbaijan, Bahamas, Bahrain, Bielorussia, Belgio, Belize, Bolivia, Bosnia ed Erzegovina, Botswana, Brasile, Brunei Darussalam, Bulgaria, Burundi, Capo Verde, Cile, Cina, Colombia, Isole Cook, Costa Rica, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Dominica, Repubblica Domenicana, Equador, El Salvador, Estonia, eSwatini, Federazione Russa, Fiji, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Grenada, Guatemala, Guyana, Honduras, Ungheria, Islanda, India, Indonesia, Irlanda, Israele, Italia, Giamaica, Giappone, Kazakistan, Kosovo, Kyrgyzstan, Latvia, Lesotho, Liberia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malawi, Malta, isole Marshall, Mauritius, Messico, Monaco, Mongolia, Montenegro, Marocco, Namibia, Olanda, Nuova Zelanda, Nicaragua, Niue, Macedonia del Nord, Norvegia, Oman, Palau, Panama, Paraguay, Perù, Filippine, Polonia, Portogallo, Regno Unito Repubblica di Korea, Repubblica di Moldavia, Romania, Saint Kitts e Nevis, Saint Lucia, Saint Vincent and Grenadine, Samoa, San Marino, Sao Tome and Principe, Serbia, Seychelles, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Stati Uniti d’America, Sud Africa, Spagna, Suriname, Svezia, Svizzera, Tajikistan, Tonga, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turchia, Ucraina, Uruguay, Uzbekistan, Vanuatu e Venezuela.

Anche se la procedura di apostillazione è più snella, ciò non significa che richiedere una legalizzazione sia impraticabile. Certo è che, per non incorrere in errori o contrattempi, la soluzione migliore è rivolgersi a un’agenzia di traduzione professionale. Quest’ultima sa bene quali sono le tempistiche e le risorse necessarie per svolgere la legalizzazione di un documento, e non avrà problemi nel gestire l’erogazione del servizio.

In Way2Global supportiamo i nostri clienti in ogni passaggio: dalla traduzione legale alla legalizzazione. Grazie ai nostri Project Manager dedicati rispondiamo prontamente alle richieste e ai dubbi del cliente garantendo un servizio celere e di qualità.

Contatti

Richiedi Informazioni


    gori 254x300Laura Gori è Founder e CEO di Way2Global, agenzia di traduzioni dall’anima Benefit, oltre che startup femminile. Dopo trent’anni alla guida di una piccola multinazionale della localizzazione, Laura ha deciso di ricominciare daccapo e di fondare Way2Global per fare impresa a beneficio della società e dell’ambiente, oltre che della crescita aziendale. Fervente paladina di Benefit Corporation e delle istanze di empowerment femminile, Laura coglie ogni occasione per diffondere consapevolezza su questi temi e contribuire all’affermazione di un’economia più giusta, egualitaria e sostenibile per tutti.