13 Settembre 2022

DTP: Cos’è e come funziona

Categoria: Localizzazione

DTP è l’acronimo comunemente usato per indicare il Desk-Top Publishing, ovvero una delle funzioni presenti nelle agenzie di traduzioni come la nostra.

Trasporre un testo da una lingua all’altra non è solo una questione di parole, ma anche di estetica e grafica. Il processo di traduzione può infatti influire sulle dimensioni e sulla configurazione del testo, con ricadute sul layout finale del documento.

Per questo motivo la presenza di un reparto DTP interno all’agenzia costituisce un punto di forza e un chiaro indicatore di attenzione alla qualità del risultato finale.

Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Scegli Way2Global per avere un documento impeccabile!Grazie al nostro reparto DTP la tua traduzione di qualità si declina in un layout accattivante e fedele all'originale.
Scopri di più

Cos’è

Il DTP è il reparto responsabile di tutto ciò che riguarda il layout delle traduzioni. Due sono gli obiettivi degli impaginatori: garantire la leggibilità del testo e soddisfare le esigenze del cliente.

Come già accennato, trasporre un testo in un’altra lingua porta inevitabilmente con sé delle modifiche al layout originale. Nella traduzione, l’interlinea può risultare troppo stretta o sovradimensionata, alcuni paragrafi spesso si allungano, e così pure le frasi e le singole righe. Tutti questi aspetti sono pane quotidiano per gli esperti DTP, che sanno come gestirli.

Rendere un testo leggibile è un compito molto più impegnativo di quanto non si pensi. Da una parte occorre avere la visione d’insieme per individuare con prontezza quali sono gli elementi che impediscono la fluidità e il piacere della lettura, dall’altra parte bisogna avere un occhio attento ai dettagli. Caratteri, immagini, grafici… E’ la cura di ogni singola componente che rende l’insieme facilmente fruibile e anche piacevole.

La grafica serve anche per mettere in luce alcune parole e modularne carica e valenza a seconda del messaggio da trasmettere. E’ un concetto che si rende ancor più evidente in ambito pubblicitario, dove l’impaginazione diventa cruciale per attirare l’attenzione dello spettatore proprio lì dove si desidera.

L’esempio della pubblicità illustra alla perfezione anche il secondo obiettivo del reparto DTP: rispondere alle esigenze del cliente. Tra queste, la principale è assicurare che i materiali tradotti rispecchino la corporate brand identity. L’elemento visivo è una componente chiave dell’identità di un brand, basti pensare ai colori e ai loghi delle grandi multinazionali, ben noti al pubblico e al mercato. È dunque cruciale che i materiali prodotti e diffusi dall’azienda siano in grado di rispecchiare la stessa immagine in tutto il mondo.

Soddisfare questi requisiti presuppone una solida preparazione ed esperienza in ambito grafico, motivo per cui è meglio rivolgersi a un’agenzia di traduzione che disponga al suo interno di un team di professionisti della materia.

Come funziona

Il lavoro del DTP è integrato nel ciclo di lavoro di un’agenzia professionale al pari di quello degli altri specialisti. L’intervento dei grafici infatti può rendersi necessario sia a monte sia a valle della traduzione.

L’agenzia che riscontra una richiesta di traduzione da parte di un cliente, tra i primi controlli dell’esame di fattibilità si accerta di disporre di un documento editabile, cioè che possa essere direttamente sovrascritto e modificato. Se il testo è editabile, può essere inoltrato direttamente ai linguisti, ossia il team di traduttori, revisori e proofreader. In caso contrario, viene assegnato al reparto DTP che, attraverso la sua dotazione di software e applicativi specifici, rende il documento modificabile e pronto per la fase successiva.

Se il passaggio per il reparto DTP non si rivela sempre necessario ex-ante, lo stesso non si può dire per la fase a valle della traduzione. Spesso la trasposizione nella lingua target contribuisce a modificare la lunghezza del documento, di conseguenza occorre riadattare il layout affinché testo e grafica siano armonizzati e coerenti. Questo processo è noto con il termine “formattazione”, ma non è l’unica attività svolta dal reparto DTP.

Oltre alla finalizzazione grafica, chi presiede questo reparto svolge un lavoro che attiene alla sfera della creatività, tanto più se i progetti riguardano la promozione e vendita di prodotti e servizi. Packaging, volantini e cartelli pubblicitari sono solo alcuni esempi di materiali che necessitano di una importante rivisitazione grafica per risultare allineati e coerenti col nuovo target. Si tratta infatti di “localizzazione”, ossia un intervento di adattamento alla cultura del nuovo pubblico di riferimento. Compito del reparto DTP è dunque fare in modo che il prodotto finale risulti conforme e rispettoso dei riferimenti culturali dei nuovi destinatari, pena l’inefficacia della stessa traduzione.

Traduzione e grafica dunque si completano e si valorizzano a vicenda, ecco perché rivolgersi a un’agenzia dotata di un reparto DTP interno è la scelta migliore. La presenza di grafici specializzati nel settore linguistico garantisce un risultato di qualità e una notevole riduzione di oneri e tempi di consegna, rispetto all’alternativa di cercare e gestire un altro fornitore cui affidare l’aspetto grafico della traduzione.

In Way2Global disponiamo di un reparto DTP interno che opera in sinergia con gli altri reparti e specialisti del ciclo di traduzione. Grazie ai nostri esperti e ai software grafici dedicati possiamo lavorare qualsiasi tipo di formato garantendo una grafica perfetta per ogni tipo di documento.

Contattaci per richiedere maggiori informazioni, è gratis!

Contatti

Richiedi Informazioni